Eventi, Mostre, News

CRASH KID A PALAZZO VELLI

Palazzo Velli | Trastevere, Roma

18 - 19 - 20 Ottobre 2019

“Il momento magico dello sport”, è lì scritto forte e chiaro sulla t-shirt di Massimo mentre fissa la macchina fotografica, pollice in sù, cappello, una bomboletta in mano. Si ha la sensazione a volte che una notte gelida sigilli esattamente un senso di meraviglia e magia. Come una sezione magica del tuo tempo, quando una serata scorre così fluida e ti cattura con la sensazione che in un’altra persona, o in quel club o in quel perfetto head spin, sei in qualche modo al di fuori del tuo tempo.

E questo è probabilmente ciò che sentivano quei ragazzi della generazione breakdancer romana dal 1980 circa, che hanno ravvivato la pista da ballo ancora una volta ieri sera per ricordare la vita del loro amico e pioniere, Massimo ‘Crash Kid’ Colonna.

La vita di uno dei giovani breakers più amati e iconici. Il ragazzo e il suo squadrone di demolitori. Un evento organizzato da Drago per celebrare la pubblicazione di un libro e la celebrazione di questa vita per ragazzi di ‘Crash Kid’, Crash Kid: A Hip-Hop Legacy.

Massimo era l’emblema del ritmo e il king dell’head-spin oltre che del modo di ballare da soli in una Roma economicamente depressa e nello spirito di Brooklyn.

Per i prossimi due giorni di questo fine settimana, tra le 15:00 e le 22,00, a Palazzo Velli, rimane aperta la mostra con le immagini di Massimo, in posa nello stile di una cultura che lui e i suoi amici hanno trasferito dalla cultura nera americana alle strade di Roma.

Immagini che ritraggono Massimo e i suoi amici, fra il 1980 e gli anni ‘90, mentre stanno dipingendo un treno o in posa come ragazzi beat americani lungo la piattaforma della stazione a Termini.

Tutti coloro che hanno partecipato all’inaugurazione della mostra di venerdì a Palazzo Velli ieri sera devono aver sentito questa magia del momento, un salto nel tempo per molti di loro che erano lì.

Eppure, ieri sera, si sentiva anche molta nostalgia e molto amore attraverso le immagini esposte in mostra, così come quando hanno preso la parola figure chiave del movimento hip-hop italiano, come Amir Issaa e DJ Shark, entrambi amici personali di Massimo, che hanno aperto la serata con tributi e resoconti personali della vita del ‘Crash’.

Che non si può mai essere troppo giù con i tuoi amici al tuo fianco, questo è stato il senso travolgente della serata. Massimo ricordato dai suoi compagni, che erano lì al suo fianco e che, ieri sera, erano lì per celebrare la vita di Massimo: il ragazzo che ha acceso una cultura di breakdance e hip-hop che semplicemente non esisteva a Roma prima.

Incorniciato dalle immagini sulle pareti, eccolo lì, che balla in una strada affollata, la sfocatura del corpo di Massimo in un giro di testa. E tra la folla che lo circonda, c’è un volto particolare che cattura la mia attenzione. Illuminato e ispirato, magari in soggezione delle mosse di Massimo, o volendo mostrare la propria. Un po’ troppo vivo, come tutti gli hip-hop e la breakdance. E mentre ammiro l’espressione su quel viso, non ci vuole molto prima che un uomo si snoda in avanti e mi dica, “sono io”. Puntandosi fuori, al fianco di Massimo, in una serie di foto.

 

Questo è lo spirito di questo spazio espositivo. La scorsa notte Palazzo Velli ha riunito due momenti magici e separati dello stesso sport. La stessa, identica magia di quello che era nelle immagini delle strade di Roma degli anni ’80, sia nello spazio espositivo del Palazzo, dove amici, giovani e vecchi, hanno ballato tutta la notte.

Vecchi amici e nuovi talenti nella breakdance stavano collaborando a una danza in cui, se qualcuno fosse venuto fuori in cima, sarebbe sempre stato Massimo. Gli arti volavano e i corpi stavano girando e per un particolare lasso di tempo, che è un po’ difficile da definire, i volti nelle immagini incorniciate, vivi e luccicanti, non erano diversi da quelli accesi degli artisti che, uno per uno, mostravano la loro breakdance sulla pista da ballo.

E Massimo, se non era lì nello spirito, era sicuramente lì nello sport e nei fratelli e sorelle che ballavano tutta la notte sfoderando le loro mosse.

L’evento si terrà per tutto il fine settimana, sia sabato che domenica, dalle 15:00 alle 22:00, quindi assicuratevi di arrivare lì per un ballo per acquistare la pubblicazione già iconica, ‘Crash Kid: A Hip-Hop Legacy’. Non perdete l’occasione di vedere inedite immagini di Massimo e dei suoi amici, all’inizio di quella che oggi è una cultura Hip-Hop mainstream e dominante.

-14%New

CRASH KID | A HIP HOP LEGACY

  • Autore: Napal & Ben Matundu
  • Formato: Softcover
  • Pagine: 320
  • Data di pubblicazione: 2019
  • Lingua: Inglese, Italiano
70,00 60,00
New

CRASH KID | A HIP HOP LEGACY + REWIND

  • Autore: Napal & Ben Matundu
  • Formato: Softcover
  • Pagine: 320
  • Data di pubblicazione: 2019
  • Lingua: Inglese, Italiano
65,00
New
This Is Los Angeles cover by Estevan Oriol Drago Publisher

THIS IS LOS ANGELES

  • Autore: Estevan Oriol
  • Formato: Hardcover
  • Pagine: 224
  • Data di pubblicazione: 2018
  • Lingua: Inglese
80,00
New

VANGELO MMXVIII

  • Autore: Paolo Cenciarelli
  • Formato: Softcover
  • Pagine: 224
  • Data di pubblicazione: 2019
  • Lingua: Italiano
50,00

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *